-  

SCHEDA TECNICA

MINOLTA XG-1


 

Messa a fuoco: manuale. Mirino: a pentaprisma fisso, con copertura del 93% e ingrandimento dello 0,87X; schermo di messa a fuoco fisso, smerigliata con lente di Fresnel, telemetro ad immagine spezzata e corona di microprismi (schermo "acute matte" nel modello "new"). Segnali visibili nel mirino: scala dei tempi; solo in automatismo: led dell'esposimetro sulla scala dei tempi, indicatori di sovra e sottoesposizione, spia di pronto-flash (nel modello "new" avviso di funzionamento manuale). Esposimetro: due cellule al CdS. Misurazione della luce: va media con prevalenza nella zona centrale. Esposizione: automatica a prioritÓ del diaframma e manuale. Correzione manuale dell'esposizione: +/- 2ev. Campo di misurazione: da Ev 2 a Ev 17 con pellicola 100 iso e obiettivo f/1,4. SensibilitÓ: da I 25 a 1600 iso . Otturatore: elettronico con tendine in tela gommata a scorrimento orizzontale. Tempi: da circa 25 secondi a 1/1000sec in automatico, da 1 secondo a 1/1000sec pi¨ posa B in manuale. Sincro lampo: X=1/60sec. Tempi meccanici: no. Controllo visivo della profonditÓ di campo: no. Autoscatto: elettronico con ritardo fisso di 10 secondi, revocabile. Innesto obiettivi: Minolta (MD). Avanzamento pellicola: leva di carica con corsa singola di 130" e precorsa di 30░. Alimentazione: due pile all'ossido d'argento da 1,5 V tipo 035711, SR44 o similari. Test pile: si. Dimensioni: 52x88 x138mm. Peso: 490g solo corpo.


Produzione: dal 1979. Prezzo dell'epoca: con obiettivo 50/1.7 Lire 350.000