-    -

SCHEDA TECNICA

CONTAX RTS-II


 

Messa a fuoco: manuale. Mirino: a pentaprisma fisso con copertura del 97%, ingrandimento dello 0,87%, schermo di messa a fuoco intercambiabile, oscurabile. Segnali visibili nel mirino: diaframma, correttore d’esposizione inserito, pronto flash ed esposizione corretta, sovraesposizione, tempo di posa, blocco memoria esposimetrica, test pile. Esposimetro: con cellule al silicio. Misurazione della luce: TTL bilanciata al centro. Esposizione: manuale, a priorità del diaframma, TTL flash. Correzione manuale dell'esposizione: +/-2 EV con incremento di 1/2 di EV. Blocco della lettura esposimetrica: si. Campo di misurazione: tra EV -1 ed EV 19 con pellicola 100 ISO ed obiettivo f/1,4. Sensibilità: da 12 a 3200 ASA. Esposizione con il flash: automatica TTL con i lampeggiatori dedicati. Otturatore: a controllo elettronico con oscillatore al quarzo, tendine in titanio a scorrimento orizzontale. Pulsante di scatto: elettromagnetico, prese per cavetto elettrico dedicato o flessibile standard. Tempi: da 16 secondi a 1/2000 di sec. più posa B. Sincro-lampo: 1/60 di sec. con contatto diretto su slitta e presa coassiale. Tempi meccanici: 1/50 di sec., posa B. Controllo visivo profondità di campo: si. Specchio bloccabile in alto: si. Autoscatto: elettronico con ritardo di 10 secondi, revocabile. Innesto obiettivi: baionetta Contax/Yashica. Dorso: intercambiabile. Avanzamento pellicola: leva di carica rapida con movimento singolo di 120° o con piccoli colpi successivi; winder W-3 e motore W-6. Esposizioni multiple: tramite pulsante di sblocco per riavvolgimento pellicola. Alimentazione: una batteria all’ossido d’argento da 6,2 Volt tipo PX28 o equivalente, oppure alcalina da 6 Volt tipo 4LR44 o equivalente. Test pile: si. Dimensioni: 142x89,5X50mm Peso: 735g solo corpo senza batterie.

Produzione: dal 1982 - Prezzo dell'epoca: con obiettivo Planar 50/1.4 Lire 950.000